Futuro Remoto

Sabato 17 Ottobre, lo staff di Radio OTM si è recato all’evento “Futuro Remoto” che si è svolto a Napoli, in Piazza del Plebiscito.

Quest’anno si è svolta la 29°esima edizione, i temi principali sono stati tanti: in primis l’ innovazione tecnologica che sembra fare luce su un’oscuro futuro e il fatidico tema attuale quello delle frontiere.
Tra i primi visitatori, il prefetto e il questore, accolti dai ragazzi, hanno visitato gli spazi espositivi della Polizia scientifica, dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e dello Stato maggiore della Difesa. Simbolicamente la piazza è divisa da un muro che dal venerdì 16/10 fino al lunedì 19/10 è stato abbattuto pezzo per pezzo da cittadini e dalle associazioni. «Quello di cui abbiamo bisogno è un mondo senza muri», dice Ignacio Ramonet, giornalista e scrittore spagnolo; mentre migranti e volontari della Comunità di Sant’ Egidio, Less e Dedalus, si apprestavano a togliere la prima pietra del muro.

Futuro Remoto muro
Tra i vari padiglioni c’era anche uno dedicato al cibo e alla sana alimentazione, quest’ultimo è stato molto apprezzato dai giovani, i più piccoli invece, hanno potuto intraprendere una simpatica esperienza con i vigili del fuoco che creavano simulazioni di incendi.

Rispondi