Giornata Internazionale della Donna – 8 marzo

Nella mattinata di lunedì 7 Marzo, con una marcia silenziosa le studentesse e gli studenti della 2° Municipalità sono scesi in piazza per manifestare i diritti delle donne. La marcia è terminata all’istituto Casanova dove tutti si sono riuniti per un seminario per ricordare temi molto attuali come il femminicidio e la violenza sulle donne.
A spezzare il lungo discorso c’è stata la rappresentazione dei testi del libro “Ferite A Morte” di Serena Dandini e la riproduzione di due filmati realizzati dagli studenti dell’istituto Casanova riguardanti entrambi il tema della violenza.
Una mattinata particolarmente formativa che ha puntato a ricordare che la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA deve essere un monito per capire la gravità degli episodi attuali. Ormai è difficile capire il vero significato di questa giornata, al giorno d’oggi è molto frequente in maniera anche più semplice discriminare una donna.
Questa giornata quindi raffigura anni di lotta per la loro emancipazione, dove appunto, la donna non deve essere considerata di un “gradino più in basso” dell’uomo, ma entrambi i generi devono poter camminare a pari passo.
Quindi la violenza sulle donne è un tema molto attuale e porta alla luce la visione di un mondo stereotipato e con molte barriere, negli ultimi anni ci si sta aprendo molto di più su questi argomenti con la speranza di far cadere questo stereotipo della “Donna Madre” e quindi rendere REALE questa utopia.

La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata. [William Shakespeare]

Rispondi