Dal 2 settembre al via Capri Opera Festival

Dal 2 al 4 settembre si alza il sipario su Capri Opera Festival, la rassegna dedicata all’opera italiana.

 

La rassegna dedicata all’opera lirica italiana nel mondo curata nell’ideazione e nella direzione artistica da Pasquale Amato, è stata presentata nella mattinata del 31 agosto nella sede di CONFAPI Napoli, e realizzata con il sostegno del Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero della Cultura e della Regione Campania e patrocinata dai Comuni di Capri, Anacapri e dalla CONFAPI Napoli.

Si parte giovedì 2 settembre con Napoli in the World, concerto dedicato alla canzone classica e antica napoletana con protagonisti i finalisti del Premio Antonio Falconio giunto alla sua terza edizione. Lo spettacolo andrà in scena all’Auditorium Paradiso di Anacapri (ore 19:45) alla presenza di direttori artistici, agenti e operatori del mondo dell’Opera che faranno da giuria per decretare i tre vincitori del Premio dedicato alla memoria dell’ex presidente del Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella. Ai premiati, borse di studio del valore di €2.500,00.

Si prosegue venerdì 3 settembre, nel suggestivo anfiteatro privato di Villa dei Merli in via Tamborio a Capri di proprietà dell’avvocato Stefano Bersani, con Gold Voice, concerto lirico-sinfonico dei finalisti del Concorso Internazionale per cantanti lirici Capri Opera Festival 2021.

Nell’occasione sarà conferito il Premio Capri Gold Voice II edizione al Soprano di fama mondiale Anna Pirozzi.

Il concerto (ore 20:45) si terrà alla presenza di personalità del mondo della cultura, imprenditoria e società civile, oltre che degli operatori del mondo della lirica che faranno da giuria per decretare i tre vincitori del concorso che riceveranno borse di studio per € 2.500.

Gran finale il 4 settembre (ore 19:45) alla Certosa di San Giacomo a Capri con Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, in scena sull’isola per la prima volta in assoluto. L’allestimento originale del Capri Opera Festival vedrà protagonisti gli artisti vincitori del Concorso a Ruoli Capri Opera Festival, immersi dal 26 agosto in una Opera Studio curata dalla Vocal Coach Desirèe Rancatore.

«Con i giovani protagonisti selezionati – racconta la maestra Rancatore, soprano di fama internazionale – stiamo approfondendo ogni aspetto dell’opera, a livello tecnico e attoriale. Per loro questa rappresenta un’occasione di alto profilo artistico».

Il direttore artistico Amato sottolinea: «Siamo stati felici di scoprire che tre dei cinque vincitori del concorso provengono dalla Calabria. Un caso fortuito che testimonia come ancora oggi il Sud sia una palestra di talenti».

A curare la regia dell’atto unico verista, Matteo Anselmi, giovane promessa del teatro lirico già ospite fisso al Rossini Opera Festival di Pesaro: «Per la messinscena – dichiara il regista – sfrutteremo al massimo la straordinaria location della Certosa di San Giacomo. L’allestimento, grazie anche ai costumi di Viola Sartoretto, guarderà alla storia strizzando però l’occhio alla dolce vita caprese degli anni Cinquanta».

Maestro Concertatore sarà Francesco Di Mauro, direttore d’Orchestra e coordinatore artistico della Orchestra Sinfonica Siciliana. L’opera sarà accompagnata al pianoforte dalla talentuosa Maestra Emanuela Spina. Il famoso Intermezzo di Cavalleria sarà arricchito dalla presenza del Maestro Alessandro Cirrito, primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.

Il programma del Capri Opera Festival proseguirà a Napoli, dal 10 al 25 settembre, con repliche di Cavalleria Rusticana e concerti dei vincitori del Concorso COF presso Palazzo Cariati, sede dell’Istituto Pontano di Napoli. 

 

Gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative vigenti anti-covid.

Ticket: 10 € (2 e 3 settembre), 15 € (4 settembre)

Per info e prenotazioni: +39 345 243 8370

Open chat